martedì 24 dicembre 2013

Buon Natale!

Buongiorno a tutti!Iniziati i preparativi per la cena????

Noi alla fine, dopo molte indecisioni, siamo soddisfatti del menu che abbiamo scelto (per ora almeno....poi vediamo cosa esce fuori!): aperitivo con barchette di brisèe con mousse al tonno e con mousse di gorgonzola e noci; antipasto con spiedini di gamberi; calamarata; orata al forno con patate......e per finire ovviamente panettoni, pandori e torroni (La vigilia e Natale sono le uniche occasioni in cui non faccio dolci...si rimanda a Santo Stefano!).......quindi direi che ci possiamo accontentare!!!

Con queste divertenti illustrazioni natalizie (protagonista un Babbo Natale un pò sfortunato), vi auguro BUON NATALE!Vi auguro di passare dei giorni di serenità e spensieratezza con la vostra famiglia e....mi raccomando non ascoltate chi vi dice di non mangiare troppo.....godetevele fino in fondo queste vacanze!!! 


"A Natale, ogni scherzo vale!O era a carnevale?" Illustrazione di Andrea Vittozzi (www.andreavittozzi.com o su Facebook andreavittozzi.com)


Babbo Natale nel traffico cittadino! Illustrazione di Andrea Vittozzi (www.andreavittozzi.com o su Facebook andreavittozzi.com)


Un abbraccio a tutti!

Francesca


domenica 22 dicembre 2013

Cinnamon-roll garland: la mia Re-cake!

Buon domenica!Il Natale si avvicina e qui a casa c'è ormai piena atmosfera natalizia.....mia nonna che si è trasferita da noi per stare un pò insieme, le carte sul tavolo pronte per giocare a sette e mezzo, torroni, panettoni, regali, l'albero di Natale con le luci accese....solo a parlarne mi emoziono....per me il Natale è sempre stato un momento importante, legatissima alla mia famiglia, il Natale e la Vigilia erano gli unici giorni che anche dopo la separazione dei miei (ormai molti anni fa) ci riunivamo e si mettevano da parte tutti i problemi...o almeno così mi sembrava, per me era così facile, magari per i miei genitori un pò meno...ero una bambina e ciò che volevo era semplicemente stare di nuovo tutti insieme. Oggi le cose sono un pò cambiate, la mia nonna paterna non c'è più, la vigilia si sta con mamma e il Natale con papà...mi divido anche con la famiglia di Giulio che, dopo 7 anni, la sento mia....insomma, si sta insieme, si sta separati, si sta con la famiglia acquisita, si sta in pochi, si sta in tanti, si passano giorni allegri e altri un pò nostalgici...in ogni caso l'atmosfera del Natale mi piace perchè comunque mi regala emozioni....

A coronare il tutto...profumo di cannella e cardamomo....questa mattina mi sono dedicata agli SWEDISH CINNAMON ROLL, la RE-CAKE di Dicembre...ricordate?Ve ne avevo già parlato tempo fa, quando ho partecipato alla recake 2, si tratta di un gioco che consiste nel rifare una ricetta che viene proposta mensilmente dalle Blogger ideatrici: Elisa del Blog "Il Fior di cappero", Silvia di "Acqua e farina", Miria di "Due amiche in cucina", Silvia di "tra fornelli e pennelli" e Sara di "Dolcizie", un modo per conoscersi, confrontarsi, aiutarsi e scoprire nuove interessanti ricette.

Quella di questo mese mi piace particolarmente, adoro la cannella e il cardamomo, che ho conosciuto proprio grazie a Re-Cake!E poi mi ricorda un bella esperienza che ho fatto al liceo, lo scambio culturale con la Svezia...un paese bellissimo in cui ho conosciuto una famiglia fantastica!

Per quanto riguarda la ricetta, ho seguito tutto alla lettera, ho solo dimezzato le dosi e unito i cinnamon roll per creare una ghirlanda....l'ho trovata perfetta dato il periodo...è bella anche come centro tavola (bello da vedere e buono da mangiare!) e poi mi piace l'idea che ognuno possa prendersi un roll....il massimo della condivisione!




Per 20-25 roll (sufficienti per la ghirlanda)

200 gr di farina 00
200 gr di farina Manitoba
250 ml di latte tiepido
1 bustina di lievito di birra liofilizzato
50 gr di zucchero
1/2 cucchiaino di sale fino
I semi pestati di 6 bacche di cardamomo
75 gr di burro un pò morbido

Per farcire:
50 gr di burro fuso
50 gr di zucchero semolato
cannella 2 cucchiaini (io in realtà ho fatto a occhio...)

Per spennellare:
1/2 uovo sbattuto
zucchero in granella


Sciogliete il lievito nel latte tiepido. In una ciotola mettete le farine, lo zucchero, il sale, il cardamomo e il burro a pezzetti. Unite il latte con il lievito e iniziate a impastare fino ad ottenere un impasto molto morbido e liscio (io l'ho lasciato nella planetaria per quasi 10 minuti). Formate una palla con l'impasto e lasciatelo lievitare coperto con un canovaccio fino al raddoppio del volume. Io l'ho lasciato in pace per circa 1 ora e mezza.
Una volta pronto, sgonfiate un pò l'impasto e stendetelo con il mattarello fino ad ottenere un rettangolo dello spessore di circa 1/2 cm (mi raccomando infarinate il piano di lavoro!).
Spennellate la superficie del rettangolo con il burro fuso e spolverizzate con lo zucchero e la cannella. Arrotolate il rettangolo e con un coltello affilato tagliate delle girelle di circa 2 cm di spessore. Adagiate le girelle su una teglia foderata di carta forno e mettetele vicine in modo da formare una ghirlanda (considerate che cresceranno ancora quindi lasciatele un pò distanziate...a me per poco si chiudeva il buco al centro!). Lasciate riposare le girelle per altri 30 minuti, sempre coperte con un canovaccio.
Infine spennellate i rolls con l'uovo e cospargete con granella di zucchero. Infornate a 225° per circa 10-12 minuti (controllate che siano dorati sopra e sotto!).

BUONA MERENDA!




Ecco la ricetta originale...




 E mi raccomando ricordate che...





















mercoledì 18 dicembre 2013

Vegan Cookies

Bonsoir!Come va???Fatti tutti i regali???Pensato al menu della Vigilia e di Natale???Io ho passato una settimana con un brutto raffreddore....oggi sto meglio ma mi ritrovo un naso fuxia!Nonostante ciò sono riuscita a fare tutti i regali e tutte le commissioni pre-natalizie (ah si, ho scritto anche 3 pagine del nuovo capitolo...non male no?ahaha) devo solo impacchettare e pensare alla cena della Vigilia...già...mi sono ridotta all'ultimo...strano, non è da me....in genere già ad Agosto ho il menu pronto!In realtà avevo pensato ad una serie di piatti fantastici quasi tutti a base di crostacei....peccato che festeggeremo anche con mia "cognata" (non sono ancora sposata ma  la considero mia cognata....dopotutto sono sette anni che sto con Giulio!)che non può mangiare crostacei!Quindi si accettano consigli!

Per quanto riguarda la ricetta di oggi, ho pensato di proporvi 3 dolcetti vegan (che ho "impropriamente" chiamato cookies, dato che di mezzo ci sono le madeleines)...ho infatti un'amica vegana a cui ho pensato di regalare un pacchetto di biscotti misti...una novità per me, infatti non ho mai provato ricette vegane...essendo poi molto curiosa, mi sembrava una buona occasione per sperimentare (tanto ormai tutti i miei amici sanno che devono fare da cavia!). I risultati non sono stati per niente male....quindi, se anche voi volete fare un pensierino carino a un'amico vegano o che ha delle intolleranze, questa può essere un'idea.


MADELEINES ALLA CANNELLA

240 gr di farina 00
60 g di zucchero di canna
2 cucchiai di fecola di patate
1/2 bustina di lievito per dolci
2 cucchiaini di cannella in polvere
1 presa di sale
80 gr di olio di semi di mais
200 g di latte di soia 
150 gr di sciroppo d’agave

In una ciotola setacciate la farina ed unite lo zucchero, la fecola, il lievito, la cannella ed il sale.
A parte mescolate l’olio con il latte e lo sciroppo d’agave e versate sugli ingredienti secchi. Mescolate bene dal basso verso l’alto con un cucchiaio di legno, cercando di creare delle piccole bolle d’aria nel composto.
Coprite con della pellicola il composto e  mettetelo in frigo a riposare per qualche ora (meglio se una notte....come già vi ho detto tempo fa, questo è un passaggio fondamentale, perchè è lo shock termico che fa venire la famosa gobbetta alle Madeleines).
Spennellate lo stampo apposito con l'olio di semi e riempitelo per poco più della  metà del volume con l’impasto. Infornate a 230° per 6 minuti e poi abbassate a 180° e proseguite la cottura per altri 5 minuti.


BISCOTTI AL COCCO E CIOCCOLATO

160 gr di farina
100 gr di farina di cocco
50 gr di zucchero 
2 cucchiaini di lievito per torte
100 gr di latte di soia 
2 cucchiai di olio di semi di girasole
gocce di cioccolato q.b.

Versate la farina, lo zucchero,  la farina di cocco, il lievito, i due cucchiai di olio in una ciotola e con un cucchiaio di legno amalgamate tutti gli ingredienti ,versate il latte a filo  continuando ad amalgamare bene. Aggiungete le gocce di cioccolato. Con le mani formate delle palline non tanto grandi e sistematele via via su un leccarda foderata con carta forno. Infornate a 180° per 10-15 minuti, si dovranno dorare un pochino. 


BISCOTTI INTEGRALI SPEZIATI

200 g di farina di farro o farina integrale
5 g di bicarbonato
1 cucchiaino di cannella
1/2 cucchiaino di zenzero in polvere
6 cucchiai di sciroppo d'agave 
30 g di olio di semi di mais

In una ciotola mescolate tutti gli ingredienti secchi, poi unite quelli liquidi e impastate fino ad ottenere un impasto liscio e compatto.
Fate raffreddare l’impasto ottenuto in frigo per circa mezz'ora.
L'impasto sarò molto friabile, quasi impossibile da stendere con il mattarello, quindi prendetene un pò, schiacciatelo con le mani e ritagliate con le formine.
Una volta ritagliati i biscotti, trasferiteli nel forno già caldo a 180 ° e fateli cuocere per 10/15 minuti...non fateli scurire troppo.





martedì 10 dicembre 2013

Julekake: piccole brioches speziate

Buonasera!!!Come state??Io mi sono "moralmente" ripresa ma mi sono svegliata con un mal di gola terribile....speriamo che non mi venga la febbre...no, in questo periodo no!!!!Mi ricordo il mio primo anno di università, primi esami a gennaio e a Dicembre mi viene pure la febbre...una tragedia, ansia alle stelle e neanche mi sono goduta le feste....ho pure dovuto rinunciare a giocare a sette e mezzo(sacrilegio)!Stavo tutto il giorno a letto a vedere Grey's anatomy con i miei parenti in soggiorno a ridere.....no,no, la febbre a Natale...esperienza da non ripetere!Aahaha!
Tornando a cose più serie, un mesetto fa, se vi ricordate, avevo iniziato a provare una serie di biscottini da mangiare e regalare a Natale....ora invece sto sperimentando altri dolcetti, soprattutto lievitati, sempre perfetti da regalare o cmq festeggiare il Natale. Oggi vi propongo delle Briochine deliziose, morbidissime e profumate; si chiamano "JULEKAKE" ed è il pane di Natale tipico della Norvegia. Non conosco molto questo paese e la storia di questo dolce ma....sappiamo tutti che i paese nordici non si battono quanto a dolcetti natalizi!
La cosa bella di queste piccole brioche è che ricordano un pò il panettone (alla fine,tutto il mondo è paese!) ma sono molto facili da fare e vi assicuro....sono davvero favolose!

Come vedete, la brochina in primo piano è semplice, mentre quella in fondo è leggermente glassata.


Per circa 15 Julekake

520 gr di farina
270 ml di latte
75 gr di burro
1 uovo
80 gr di uvetta
70 gr di arancia candita
50 gr di fichi secchi
1 bustina di lievito di birra secco (o 1 cubetto di quello fresco)
1 cucchiaino di cardamomo (fondamentale!)
una presa di sale

Se vi piace, potete anche glassare le briochine facendo una glassa molto densa.

La ricetta prevedeva anche un pò di prugne secche e dello zenzero candito...le prime non le ho messe perchè nn mi piacciono molto, lo zenzero invece non l'ho trovato, purtroppo!

INIZIAMO!Sciogliete il lievito in un pò di latte tiepido, prelevato dalla quantità di latte indicata nella ricetta. Versate la farina a fontana, aggiungete lo zucchero, il lievito, l'uovo, il burro morbido, il cardamomo e il sale. Impastate aggiungendo man mano il resto del latte (mettetene poco alla volta, per esempio io non l'ho messo tutto perchè risultava già abbastanza morbido) fino ad ottenere un impasto morbido e liscio. Coprite e lasciate lievitare fino al raddoppio (circa un'ora e mezza). A questo punto incorporate la frutta secca tagliata a pezzetti e dividete l'impasto in 12 palline da sistemare in stampi individuali imburrati (calcolate che l'impasto lieviterà molto quindi fate delle palline piccole...regolatevi anche in base agli stampi che avete....io ho usato quelli per i muffin). Fate ancora lievitare per circa 40 min.
Infine infornate in forno già caldo a 180° per circa 20-25 minuti (se si scuriscono troppo sopra, copriteli con un foglio di alluminio).


Con questa ricetta partecipo al contest "I dolci della tradizione natalizia" del blog Cucinare...la mia passione; al contest "E tu cosa metti sotto l'albero?" di Cucina verde dolce e salata; e alla raccolta di Dicembre "Voglia di Natale" del blog Oggi pane e salame, domani...






mercoledì 4 dicembre 2013

Biscotti al grano saraceno e zucchero di canna

Ciao a tutti!Come va???è già passata una settimana dall'ultimo post....avrei voluto scrivere ma ho fatto un esperimento che non mi ha convinto....insomma non ha passato la selezione per il Blog!Gli ultimi giorni poi sono stata pure un pò giù...non so bene perchè....ma ora che sto preparando la tesi da una parte sono supercontenta di finire con l'università e di iniziare un nuovo percorso, dall'altra sono un pò spaventata, non so se sto facendo le scelte giuste, non so se sarò in grado di affrontare i prossimi ostacoli che si presenteranno....già sono un pò lunatica di mio, poi ci si mettono tutti questi pensieri che un giorno sto a mille e l'altro sono "depressa" e non mi va di fare niente!L'unica cosa che sono riuscita a fare, e che mi ha aiutato un pò, sono questi biscottini...è sempre così, nei momenti no preparo sempre un dolce e soprattutto i biscotti perchè sono veloci, non impegnativi ma danno tanta soddisfazione....per fare dolci più complessi invece devo essere in forma,anche perchè, secondo me, il nostro umore si riversa anche in tutto ciò che facciamo e i risultati sono scarsi...quindi meglio fare dei biscottini semplici in totale relax, i migliori per sfogare le ansie e le tensioni e di sicura riuscita: sono la coccola perfetta!Ho scelto di fare questi al grano saraceno (la ricetta l'ho presa tempo fa dal blog "Due bionde in cucina") perchè li adoro!Sono rustici, gustosi e perfetti con il tè delle 5 che in questo periodo non può mancare.....quale modo migliore per tirarsi su di morale???


180 g di farina di grano saraceno
100 g di farina 00
125 g di burro
120 g di zucchero di canna
1 uovo
1 cucchiaino di lievito in polvere
un pizzico di sale
Più altro zucchero di canna da mettere sui biscotti

Con l'aiuto delle fruste impastate bene il burro con lo zucchero, poi aggiungete la farina, il lievito, l'uovo e il sale, fino ad ottenere un impasto elastico e liscio (eventualmente, per aiutarvi potete aggiungere un pò di latte, io non ne ho avuto bisogno)
Avvolgete l'impasto nella pellicola e fatelo riposare in frigo per circa un'ora.
Prendete l'impasto e stendetelo con il mattarello a uno spessore di mezzo cm. Ritagliate i biscotti con le formine e metteteli sulla placca da forno foderata con carta forno, spolverateli con lo zucchero di canna e infornate nel forno già caldo a 180° per 15-20 minuti.


Con questa ricetta partecipo al Contest "Comfort food" del Blog La cucina delle streghe.....il tema mi è sembrato proprio appropriato visto il motivo per cui ho preparato questi biscotti ahahah!




mercoledì 27 novembre 2013

Mousse di marroni con cuore di zucca e amaretti

Brrrrrr........è arrivato è arrivato.....ecco l'INVERNO!Cosi iniziava una mia recita delle elementari (ormai parecchi anni fa!) in cui io dovevo proprio impersonare l'inverno....che bei ricordi...(una lacrimuccia mi scende sempre quando ci ripenso)...la calzamaglia bianca e il mantello argento....un carrettino pieno di fiocchi di neve....da allora me lo immagino sempre così, l'inverno. Eccolo è arrivato...o quasi....secondo il calendario non ancora ma queste temperature sembrano dire che quel mantello argentato si sta già dando da fare!Ho tirato fuori tutti i maglioni più pesanti, ho iniziato lo shopping invernale (primo fra tutti un cappellino nero con le orecchie....e meno male che avevo deciso di vestirmi in modo un pochino più serio...da laureanda....insomma,non troppo serio....ma magari le orecchie sul cappello no....però non mi importa....sto meglio con le orecchie da orsacchiotto che con i tacchi a spillo!), ho iniziato a cercare qualche idea regalo per Natale e....a cercare ricette per la cena della Vigilia (forse è troppo presto...qui a casa mi guardano come se fossi una marziana quando gli chiedo cosa preferiscono per la Vigilia....mah....certo che sono strani ahaha).

La ricetta che vi propongo oggi l'ho scoperta da poco ma è già tra le mie preferite, unisce infatti 2 ingredienti autunnali che adoro: marroni e zucca!Si tratta di una mousse alla crema di marroni semplicissima con un interno di crema di zucca e amaretti sbriciolati, su un biscuit al cioccolato....a questo dolce non manca proprio niente!!!Un trionfo autunnale, per questa bellissima stagione, per i prodotti magnifici che ci offre!



Ingredienti per 6 persone (6 anelli da circa 7 cm)

Per il biscuit al cioccolato
130 gr di burro molto morbido
130 gr di uova (circa 2 grandi)
125 gr di zucchero
75 gr di cioccolato fondente
70 gr di farina (più un pò per spolverare la teglia)

Per la crema di zucca
120 gr di polpa di zucca
100 gr di panna fresca
50 gr di zucchero
2 tuorli
5-6 amaretti

Per la mousse alla crema di marroni
300 gr di crema di marroni
300 gr di panna fresca
100 gr di mascarpone

Per rifinire
cacao amaro
6 marron glacè

Iniziamo dalla crema di zucca: tagliate la zucca a pezzi, metteteli su una teglia ricoperta da carta forno e infornate per 20 min a 180°. Sfornate e frullate la polpa di zucca. A parte sbattete i tuorli con lo zucchero e poi aggiungete la zucca frullata. Scaldate la panna, senza farla arrivare a bollore e unitila al composto di uova e zucca. Riportate sul fuoco e fate scaldare la crema fino a 80°, se non avete il termometro guardate che la crema si raddensi un pò (deve velare il cucchiaio...io qui per fare la fica ho usato il termometro ma mi è miseramente cascato dentro la crema....sono seguiti momenti di panico fino ad arrivare al tragico epilogo termometro da buttare). Sbriciolatevi grossolanamente gli amaretti e lasciate raffreddare la crema coperta con pellicola a contatto.

Per il biscuit: Fondete il cioccolato a bagnomaria o al microonde e fatelo intiepidire. Nel frattempo foderate una teglia da forno con carta forno che dovrete imburrare e infarinare (così per stare tranquilli!); quando il cioccolato è tiepido aggiungete il burro molto morbido, amalgamate bene con una frusta dopodiché unite le uova e per ultimi zucchero e farina che avrete prima mescolato insieme. Mescolate delicatamente e versate il composto sulla placca cercando di livellarlo bene. Infornate a 170° per 18 min.

Ora tocca alla mousse,è davvero facilissima: amalgamate la crema di marroni con il mascarpone, poi incorporate delicatamente la panna montata. Riponete in frigo per circa 10 min. Questa mousse è una delizia, ve lo assicuro!

Per il montaggio: Foderate un vassoio con carta forno e ponetevi i sei coppapasta rotondi. Sul fondo di ognuno mettete un disco di biscuit (che avrete tagliato con il coppapasta stesso, per essere precisi),distribuite uno strato di mousse, poi uno strato di crema di zucca (cercando di non arrivare ai bordi del coppapasta ma restando più verso il centro). Coprite con un altro strato di mousse. Infine decorate con una spolverata di cacao amaro e un marron glacè al centro.


ATTENZIONE: come vedete nella foto successiva, il mio strato di zucca non si vede molto, è rimasto molto fino....questo perchè ho provato a fare un "cuore" di crema di zucca ma in realtà il "cuore" non è rimasto, si espanso e quindi lo strato è risultato troppo sottile....il mio consiglio quindi (come scritto nella ricetta) è di fare uno strato di crema di zucca (e non un "cuore") e di non essere tirchi : )

Con questa ricetta partecipo al contest di Menta e Cioccolato "Cucinando tra cielo e terra-profumi e sapori d'autunno"; al contest di Mela e Cannella "Autumn is Here" e al contest di Beatitudini in cucina "Sapori d'autunno"











martedì 19 novembre 2013

Treccia al cioccolato e marron glacè

Queste ultime settimane mi sono data proprio da fare.....no, no, non con la tesi (figurati!) ma ovviamente in cucina!Non ho fatto altro che sfornare biscotti, torte, tortine, crostate, crostatine....soltanto tra un'infornata e l'altra mi sono dedicata alla palestra (ben poco....ma un minimo tocca faticare altrimenti qua si arriva a un punto di non ritorno!) e allo studio (i primi di Dicembre vorrei consegnare il secondo capitolo...speriamo bene!); insomma i miei amici e parenti stanno sventolando bandiera bianca....ma io non curante ci ho messo il carico con questa treccia (o meglio trecciona!) fantastica....alla fine non conta dai....è per la colazione....non può fare niente di male (già non so perchè io e mamma troviamo una giustificazione nel fatto che un dolce sia da colazione....come se non facesse ingrassare.....boh....vabbè certo sempre meglio biscotti o brioche fatte in casa di quelli comprati...giusto??); fatto sta che le trecce (ne sono venute due) sono già quasi finite.
Tornando a noi....la treccia che vi propongo ha una particolarità...i marron glacè!Chi non ama i marron glacè???Hanno appena fatto in tempo a metterli sugli scaffali del supermercato che io me li sono "acchiappati" immediatamente!


Ingredienti per 2 belle trecce

350 gr di burro
250 gr di farina 00
250 gr di farina Manitoba
200 gr di marron glacè a pezzi (non troppo piccoli però!)
130 gr di gocce di cioccolato
50 gr di zucchero
13 gr di lievito di birra fresco (o 5 gr di quello secco)
7 uova
8 gr di sale

Per spennellare:
1 uovo 
15 gr di burro fuso

In una ciotola capiente impastate le farine con il lievito sbriciolato, lo zucchero e 4 uova (io ho usato l'impastatrice), deve venire un composto a bricioloni ben sgranati, poi aggiungete le altre 3 uova, una alla volta (aspettate che l'uovo sia stato incorporato prima di aggiungere l'altro). Impastate finchè le uova non saranno completamente assorbite. A questo punto aggiungete il burro morbido un pò per volta (aspettate sempre che venga man mano incorporato) e il sale....dovreste avere ora un impasto morbido, liscio e molto elastico. Coprite con pellicola e lasciate riposare in frigo per un'ora. Trascorso il tempo aggiungete le gocce di cioccolato e i marron glacè e impastate velocemente. Rimettete in frigo per un'altra ora, dopodichè riprendete l'impasto e, aiutandovi con un pò di farina (l'impasto sarà un pò appiccicoso) dividetelo in 4 parti uguali e fate dei filoncini. Avvolgete i filoncini a due a due e otterrete due trecce. Appoggiate le trecce su una teglia ricoperta di carta forno, spennellatele con il burro fuso e l'uovo e lasciate lievitare per circa 2 ore.
Infine infornate a 220° per 10 minuti e poi abbassate la temperatura a 180° per altri 25-30 min.


Con questa ricetta partecipo ai contesti di : Una fetta di Paradiso "I prodotti da forno"; di Beatitudini in cucina "Sapori d'autunno"; di Mela e Cannella "Contest d'autunno". Infine partecipo alla raccolta di oggi pane e salame, domani... "Voglia di...lievitati"












domenica 17 novembre 2013

Chocolate Tart con Dulche de leche: la mia Re-Cake!

Ciao a tutti!Buona domenica!!!Oggi sono proprio di buon umore....sicuramente grazie anche al bel sole che risplende fuori dopo giorni di pioggia.....e al dolce che ho preparato ieri : ))) 
Ho deciso di aderire ad una bellissima iniziativa di alcune Food blogger che si chiama "Re-cake"....in pratica le blogger "fondatrici" ogni mese scelgono una ricetta che le partecipanti dovranno riprodurre fedelmente o con qualche personale modifica....insomma un modo divertente di condividere la nostra passione, conoscerci, darci consigli e provare ricette nuove...c'è anche un gruppo su Facebook per un contatto ancora più diretto!
La ricetta di questo mese è una Tart di pasta frolla alle mandorle con uno strato di caramello salato e e uno di ganache al cioccolato....potendo effettuare alcune modifiche ho sostituito il caramello salato con il Dulche de leche (comprato poco tempo fa....avevo troppa voglia di provarlo!). Penso sia sufficiente questa descrizione per farvi capire quanto sia buona!!!!

Ecco la mia Chocolate Tart con Dulce de Leche




Per quanto riguarda la ganache ho dimezzato le dosi perchè volevo ottenere una Tart di 18-20 cm di diametro (per pudore!hahah), mentre ho lasciato invariata la dose di pasta frolla (dimezzare le dosi sarebbe stato più complicato e con la pasta avanzata potete fare un'altra crostatina oppure surgelarla e utilizzarla per la prossima Tart!)

Per la pasta frolla:
250 gr farina 00
30 gr farina di mandorle (o mandorle tritate)
150 gr  burro freddo tagliato a cubetti
80 gr  zucchero
1 uovo
1 pizzico di sale
vaniglia

Per la Ganache:
250 ml di panna al 35% di grassi (la trovate al supermercato)
175 gr di cioccolato fondente

Per rifinire:
Dulche de leche (potete anche farlo in casa in due modi...guardate QUI o QUI)
250 ml di panna (io non ne ho messa tantissima quindi la panna è avanzate, però vedete voi come volete ricoprirla!)
Cristalli di zucchero (o quello che più vi piace!)

Preparate la pasta frolla: unite tutti gli ingredienti, formate una palla e mettetela in frigo per mezz'ora avvolta in pellicola.
Prendete una tortiera da 18/20 cm di diametro, imburratela e foderatela con carta forno.
Stendete la pasta sulla tavola infarinata e fatela spessa circa 3 mm.
Disponetela sullo stampo (fate dei bordi un pò alti), e mettetela in frigo per 30 min.
Scaldate il forno a 180 gradi.
Mettete sulla crostata la carta forno e, sopra questa, i fagioli secchi (oppure bucherellatela molto bene con la forchetta) e fate cuocere per 25 min.Togliete la crostata dallo stampo e fatela freddare.
Preparate ora la ganache: mettete la panna sul fuoco, nel frattempo tagliate il cioccolato. Quando la panna bolle, toglietela dal fuoco e aggiungete il cioccolato.
Girate il tutto con una frusta e lasciate raffreddare.
Prendete la crostata e fate uno strato con il Dulche de leche (abbondate!Io non ne ho messo tanto perchè pensavo fosse troppo dolce....ma poi con la ganache al cioccolato il dulce de leche che avevo messo è praticamente sparito!); versateci sopra la ganache fredda e riponete in frigo per un giorno.
Infine decorate il dolce come volete voi!Io ho messo un pò di panna con la sac a poche e dei cristalli di zucchero (li ho trovati al supermercato).


Questa invece è la ricetta originale (altre info le trovate nel blog di Elisa "Il fior di cappero")


Insomma, non vi resta che provare questa Tart deliziosa e partecipare anche voi al Re-cake!







martedì 12 novembre 2013

Cheesecake cannella e cioccolato

Buonasera a tutti! Oggi interrompo la maratona dei biscotti con una cheesecake....è una ricetta che mi girava in testa da tempo e grazie al Contest di "Blueberry Muffin Bakery" mi sono ritagliata un pò di tempo e ho deciso di farla....non potevo non partecipare a questo contest che ha come protagonista la mia spezia preferita: la Cannella!
La cheesecake rimane molto cremosa e l'abbinamento cannella-cioccolato mi piace da matti!!!
PS-le foto lasciano un pò a desiderare.....come sapete anche i dolci sono più o meno fotogenici....e diciamo che questo dolce non ha tra i punti forti la fotogenia....senza parlare del brutto tempo che da ieri incupisce tutta Roma quindi ho dovuto ripiegare sulla luce artificiale...



Per una tortiera di 18 cm 

150 gr di biscotti secchi tipo digestive
60 gr di burro
2 cucchiai di zucchero di canna

300 gr di ricotta (io ho usato quella di mucca)
100 gr di Philadelphia
100 gr di zucchero semolato
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
2 uova
2 cucchiaini di cannella (non troppo abbondanti però!)
80 gr di gocce di cioccolato
1 cucchiaino abbondante di miele
un pizzico di sale

Preparate la base della cheesecake tritando finemente i biscotti con lo zucchero di canna, unitevi poi il burro fuso e amalgamate il tutto. Prendete uno stampo a cerniera foderato sul fondo e sui lati con carta forno, versateci il trito di biscotti e livellate bene con il dorso di un cucchiaio per fare una base omogenea. Riponete in frigorifero. Sempre nel mixer o con delle fruste lavorate i formaggi con lo zucchero, le uova, il miele, la cannella, la vaniglia e il pizzico di sale. Aggiungete in fine le gocce di cioccolato, mescolate, e versate il composto sulla base di biscotto. Infornate in forno già caldo a 150° per circa un'ora (il centro della cheesecake sarà morbido ma non troppo "ballonzolante"!). Fate raffreddare a temperatura ambiente, dopodichè mettete in frigo per un'oretta prima di servire.


Con questa ricetta partecipo al contest del blog Blueberry Muffin Bakery "Cannella Mon Amour" 





domenica 10 novembre 2013

Chocolate Crinkle Cookies

Siete tristi, stanchi, depressi, "obesi" di impegni e di lavoro (si non oberati, OBESI!) e non ne potete più????Io vi dò la soluzione......basta un biscottino Chocolate crinkles che la vita tornerà a sorridervi! A parte gli scherzi.....tutti conosciamo gli straordinari poteri del cioccolato...è anche scientificamente provato! Questi biscotti sono piccoli momenti di felicità, ricchissimi di cioccolato, con una crosticina un pò croccantina e un interno morbido......una delizia! Provare per credere! La ricetta l'ho presa da un blog che seguo molto: "menta e cioccolato"!

Il vassoio che ho usato è "Daisy Darcy"



175 gr di farina 00
175 gr di cioccolato fondente di buona qualità
150 gr di zucchero
2 uova
55 gr di burro
1 cucchiaino raso di lievito
2 cucchiaini di estratto di vaniglia
1 pizzico di sale
Zucchero a Velo


Setacciate la farina con il lievito ed il sale.Tagliate a pezzettini il cioccolato fondente e scioglietelo con il burro, poi lasciatelo intiepidire.
Montate leggermente le uova con lo zucchero quindi unite il cioccolato e mescolate bene.
Unite la farina e la vaniglia. Mettete il composto in frigo per almeno un'ora coperto di pellicola (così si rassoderà bene!).
Passato il tempo toglietelo dal frigo e formate delle palline non più grandi di una noce e  rotolatele per bene in abbondante zucchero a Velo. Disponetele sulla placca con carta da forno ben distanziate (tenderanno ad espandersi un pò) ed infornate a metà altezza a 180° con lo statico per 10 minuti circa.

Non cuoceteli di più altrimenti diventano secchi invece internamente devono rimanere morbidi.

lunedì 4 novembre 2013

Biscottini cioccolato bianco e mandorle

Sono entrata nel Tunnel-l-l-l-l!!! La canzone di Caparezza, così modificata, mi si addice proprio in questi giorni!Continuo imperterrita con i miei biscotti....avevo una lista di ricette e con precisione scientifica le sto provando una ad una....alcune sono meno soddisfacenti altre invece sono favolose....naturalmente qui vi riporto solo quelle super-approvate da una severissima giuria composta da: mamma, papà, nonna, zii, amici golosi,pigri e sportivi (insomma una fetta di popolazione ben variegata!)....ma io a casa ne sto provando tantissimi (ditelo a mia madre che non può più entrare in cucina da una settimana!) e quelli che vi propongo oggi si sono aggiudicati (per ora....le prove ancora non sono finite) il PRIMO POSTO INDISCUSSO. I punti forti di questi biscotti sono sicuramente la friabilità (tipo canestrelli), la delicatezza e... l'eleganza! Ora aspetto il vostro di giudizio!



Per circa 30 biscottini

180 gr di farina
120 gr di burro
80 gr di farina di mandorle (se nn ce l'avete potete tritare finemente le mandorle con il mixer insieme a un pò dello zucchero previsto dalla ricetta)
80 gr di gocce di cioccolato bianco
80 gr di cioccolato bianco
50 gr di zucchero semolato
1 uovo
5 gr di lievito per dolci
mandorle a lamelle
zucchero a velo

Montate il burro morbido con lo zucchero semolato, unite un pizzico di sale, l'uovo e amalgamate gli ingredienti. Aggiungete la farina di mandorle, la farina setacciata con il lievito e le gocce di cioccolato. Lavorate rapidamente e formate dei cilindri di circa 3 cm di diametro. Avvolgeteli nella pellicola (tipo salsicciotti!) e metteteli in freezer per circa mezz'ora. Una volta tirati fuori, tagliateli a fette di 1 cm scarso di spessore. Disponeteli su una teglia ricoperta di carta forno e infornate per 10-12 minuti a 180°.
Una volta che i biscottini si sono raffreddati, sciogliete al microonde o a bagnomaria il cioccolato bianco, fatene colare una bella goccia su ogni biscottino e appoggiateci 2-3 lamelle di mandorla. Mettete in frigo i biscottini per un pò di tempo (quanto basta per far indurire il cioccolato) e spolverizzate con abbondante zucchero a velo.


Con questa ricetta partecipo al Contest "Dolci biscotti" del blog "Mamma mia quante ricette" e al contest "Di cucina in cucina" di Novembre ospitato dal blog "Bianca vaniglia rossa cannella"







giovedì 31 ottobre 2013

Tozzetti pistacchi e cranberries

Come vi avevo promesso ecco il post sui tozzetti che ho provato qualche giorno fa!Lo so che sto rallentando un pò con il blog ma la preparazione della tesi mi mette non poca ansia...per fortuna però ieri ho parlato con l'assistente che mi segue e ha approvato il primo capitolo (evvai praticamente non devo fare nessuna correzione!) e anche l'indice dettagliato del secondo quindi ora non mi resta che studiare e inventarmi qualcosa anche per il secondo capitolo (ehehe). COMUNQUE qui a casa l'attività dolciaria non si è arrestata e infatti come già accennato nell'ultimo post ho iniziato le prove per i biscotti natalizi (regalini tanto carini,poco costosi,divertenti da fare....più di così!) e i primi sono stati proprio questi tozzetti favolosi!!!Dovete provarli!Ho trovato la ricetta nel libro di Carla Bardi "Biscotti e dolcetti" e mi hanno subito colpito,li ho trovati originali!



Per circa 670 gr di tozzetti (li ho pesati ma non ho contato le fettine....erano circa 30)

225 gr di farina
200 gr pistacchi sgusciati e non salati
60 gr di mirtilli rossi essiccati (cranberries)
60 gr di burro
150 gr di zucchero
2 bustine di vanillina (io ho usato 1 cucchiaino di estratto di vaniglia,se ce lo avete è meglio!)
1/2 fialetta di aroma di mandorle
2 uova
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 pizzico di sale

prima di tutto scaldate il forno a 150° e foderate con carta forno 2 placche.
Montate il burro morbido con lo zucchero fino ad ottenere una crema (abbiate pazienza!). Aggiungete la vaniglia (o la vanillina) e l'aroma di mandorle, e incorporate anche le uova. Con la frusta accesa aggiungete la farina setacciata con il lievito e il pizzico di sale. Completate con i pistacchi e i mirtilli e mescolate bene con un cucchiaio.
A questo punto dovete fare due filoni di impasto (uno per teglia) l'impasto però risulta molto morbido,impossibile da lavorare con le mani quindi io ho preso delle cucchiaiate di impasto le ho messe sulla teglia e con una spatola le ho unite cercando di dare la forma del filone! Infornate per circa 30-35 minuti (il filone dovrà essere dorato. Sfornate, lasciate intiepidire e poi tagliate i filoni a fettine dello spesso di circa 1 cm. Lasciate le fettine sulla teglia e infornate nuovamente per circa 12 minuti. Dopodiché cercate di resistere finchè non si saranno completamente raffreddati  : )



Con questa ricetta partecipo al contest del blog "Mamma mia quante ricette" intitolato "Dolci biscotti".




sabato 26 ottobre 2013

Degustazione di cioccolato con lo Chef Luigi Biasetto

Buonasera a tutti!Per oggi niente ricette (anche se ne ho già una in cantiere.....ho fatto dei tozzetti che non sono male per niente ehehe!) ma volevo condividere con voi una bellissima esperienza. Mercoledì sera ho partecipato ad una "lezione" sul cacao con degustazione di cioccolato tenuta "nientepopodimenoche" dal campione del mondo Luigi Biasetto (padre della magnifica Setteveli....non so se mi spiego!). Una grandissima emozione....lo Chef Biasetto è di una professionalità e disponibilità uniche...io e mia madre, essendo arrivate con largo anticipo, abbiamo avuto la possibilità di parlarci a "sei" occhi (anzi otto....c'era anche un suo assistente molto simpatico e gentile)e mi ha dato moltissimi consigli...è stato un grande piacere.

L'evento inizia, prendiamo posto (ognuno aveva la sua postazione con una bottiglietta d'acqua) e ci portano degli assaggini di piatti salati in cui è stato utilizzato il cacao (criollo 100%, che ho poi scoperto essere la qualità più pregiata)... eccoli qui (scusate la foto non è bellissima ma....non potevo aggiustare la luce!)

Da sx: mozzarellina fritta su crema di melanzane e cacao; riso con cacao e infine coda alla vaccinare con del cacao nel sugo (dicono che sia proprio la ricetta originale a prevederlo)




Dopo questa prima degustazione arriva lo Chef e ci racconta un pò la storia del cioccolato, ci fa vedere delle bellissime foto delle piantagioni di cacao in Venezuela, ci racconta in modo molto simpatico diversi aneddoti....poi ci da un foglio con delle domande per sapere quanto conosciamo il cioccolato....PANICO!Io totalmente inesperta....non sapevo rispondere a molte delle domande....ma ovviamente l'obiettivo non era metterci un voto,semplicemente vedere, a fine lezione, quanto abbiamo imparato e "scoperto". 

Ecco qui diversi ingredienti che lo Chef ha voluto farci conoscere: in alto a sx il burro di cacao, al centro le fave di cacao, in basso a dx la lecitina di soia e a in basso a sx la vaniglia.


Dopo una prima fase teorica....si passa alla pratica!Ci portano delle bende e un piattino con diversi tipi di cioccolato....inizia la degustazione: prima di tutto si deve sentire il calore del cioccolato, poi il profumo, il rumore quando si spezza e infine....si assapora.


Qui invece le mini tavolette dei diversi cioccolati.....si vede che l'ultimo è fava di cacao al 100%???
Ovviamente queste tavolette hanno fatto una brutta fine.....!

L'ultima fase della "lezione" è sicuramente la più golosa.....ci portano 3 splendidi cioccolatini direttamente dalla pasticceria "Biasetto" e una fetta della Setteveli......una conclusione perfetta!

Da sx: Cioccolatino panna e cacao 100%; olio d'oliva e arancia; pralinato e amarena.....insomma una goduria!

La Fetta (notare la lettera maiuscola!)Quando ho provato a fare la setteveli non era proprio così...mmm...chissà perchè....notare anche la glassa a specchio....mi ci potevo ritoccare il trucco ahahah!

Che dire....una serata emozionante (per avere incontrato lo Chef Biasetto) ma anche molto istruttiva....al di là delle nozioni relative al cacao, ciò che mi ha colpito molto è l'umiltà e la passione che contraddistingue questo grande Maestro, l'attenzione e la cura che mette nelle sue "opere"...la ricerca degli ingredienti di elevata qualità e anche sani (lo Chef è per esempio molto attento anche all'apporto calorico dei suoi prodotti...per esempio ha eliminato il burro dalla Setteveli; pensate che una monoporzione ha solo 350 Kcal....sapete che per un dolce di quel tipo è davvero poco!). Insomma....davvero illuminante! 

martedì 22 ottobre 2013

Panna cotta su pasta sablèe alle mandorle e salsa al mango

Eccomi!!!Mi devo scusare per l'assenza.....è da un bel pò di giorni che non mi faccio vedere....ma sapete mi sono dovuta mettere in punizione...."niente dolci prima di finire il capitolo della tesi"....si esatto....proprio come con i bambini!!!Il brutto è che all'aumentare dello studio è aumentata anche la voglia di fare-mangiare dolci quindi ho avuto una vera e proprio crisi di astinenza ahahah!Comunque ora il capitolo è stato inviato e ho iniziato a cercare il materiale per il successivo, nel frattempo qualche dolcetto ci sta!Poi fra poco inizierò le prove per i biscotti di Natale.....quindi,preparatevi anche voi a mille tipi di biscotti nei prossimi giorni!
Intanto,ispirata da diversi Contest culinari oggi vi propongo una panna cotta (quanto è buona fatta in casa!!!) un pò europea,un pò esotica! Infatti questa semplice panna cotta alla vaniglia poggia su un disco di pasta sablèe alle mandorle (pasta tipica francese) ed è accompagnata da una salsa al Mango!Insomma, una veste un pò diversa dal solito e anche raffinata....non trovate???

Dosi per circa 8 porzioni

Per la PANNA COTTA

500 ml di panna fresca
150 ml di latte
125 gr di zucchero
8 gr di colla di pesce
i semini di 1/2 baccello di vaniglia

Prima di tutto mettete a mollo la colla di pesce in acqua fredda. Mettete in un pentolino la panna e il latte con i semini della vaniglia, aggiungete anche lo zucchero e fate cuocere a fuoco basso per circa 10 min. (non deve bollire). Appena la panna arriva a bollore toglietela dal fuoco, strizzate la colla di pesce e immergetela nella panna e mescolate bene. Versate la panna cotta negli stampini fate intiepidire e mettete in frigo (almeno per 6 ore, io l'ho tenuta tutta la notte!). 

Per la PASTA SABLEE alle mandorle (ricetta presa dal Blog "B per biscotto")

120 g burro a pomata
un pizzico di sale fino
50 g zucchero a velo
50 g tpt (Tanto per tanto: metà farina di mandorle, metà zucchero a velo e quindi 25g di mandorle e 25g di zucchero a velo tritati insieme finemente)
1 uovo 
200g farina (preparatene però altra nel caso in cui l'impasto sia troppo morbido e altra ancora per spolverizzare il piano da lavoro)

Mescolate il burro, che deve essere a temperatura ambiente e molto morbido, con una spatola o un cucchiaio di legno e lavoratelo fino a renderlo cremoso.
Aggiungete il sale fino, lo zucchero a velo, il tpt finché il composto non è omogeneo infine unite l'uovo e la farina setacciata un pò per volta, senza lavorare e scaldare troppo l'impasto.

Trasferite l'impasto su un piano infarinato e lavorate l'impasto fino a renderlo omogeneo e ad ottenere una palla compatta. Appiattite leggermente la palla di impasto con le mani, ricopritela con pellicola trasparente e lasciate riposare in frigo per almeno due ore.
Riprendete la pasta e stendetela a uno spessore di circa mezzo cm, ritagliate dei cerchi leggermente più grandi della grandezza dello stampino della panna cotta e metteteli su una teglia ricoperta di carta forno. Infornate a 180 ° per circa 13-15 min.

Per la SALSA AL MANGO

1 mango
3 cucchiai di zucchero 

Frullate la polpa del mango con lo zucchero.....niente di più semplice!

Per il montaggio del dolce, sformate la panna cotta e adagiatela su un disco di pasta sablèe, con un cucchiaino mettete un pò di salsa al mango sulla panna cotta e decorate con qualche fettina di mandorla.


Con questa ricetta partecipo al Contest di Simo's Cooking "I dolci al cucchiaio" nella categoria monoporzione; al Contest di Vaty "Contaminazioni" e al Contest  sulla "panna cotta"di Cucinando e assaggiando. Ringrazio le blogger per aver organizzato questi bellissimi Contest!!!